Risultati di ricerca per

sciroppo di sambuco

Conservare in barattolo, Ricette Toscane

SCIROPPO DI SAMBUCO: LA NATURA SE LA CONOSCI TI PREMIA!

Giugno 1, 2021
sciroppo di sambuco

E’ uscito il mio libro, ossia siamo già alla seconda ristampa per cui cosa aspettate a farvi questo regalo?!?!

Il titolo?

“La Cucina di Azzurra – Facili ricette per buone forchette”

Lo trovate online sul sito del mio editore www.edizioniantea.it

In libreria “Il Ghirigoro Mondadori” a Quarrata

In libreria “Fahrenhait” a Pistoia

In libreria “Lo Spazio” a Pistoia

In libreria “Olivia Bistrot” a Poggibonsi

Avevo detto di non rifarlo quest’anno lo sciroppo di sambuco ma poi….non riesco a resistere a tanta bellezza e tanto profumo!

Ormai io me lo porto ovunque, anche nei miei amati Pic-Nic domenicali….

Non posso più starne senza….

Ingredienti per 2lt di sciroppo:

4-5 limoni non trattati

20 fiori di sambuco

2 lt di acqua  

2kg di zucchero

180ml di aceto di mele  

Procedimento:

Per prima cosa lavate e tagliate i limoni a fette, metteteli in una ciotola capiente, unite l’acqua, i fiori di sambuco lavati, premete tutto sul fondo in modo che si impregneranno dell’acqua e coprite con pellicola.

Mettete in frigo per 36 ore.  

Una volta passato il tempo di posa filtrate in una pentola capiente il liquido con un colino, strizzando i fiori e le fette di limone, aggiungete lo zucchero e l’aceto e portate a ebollizione, continuando a cuocere 10 minuti dal bollore mescolando.

Spegnete e invasate, chiudete ermeticamente con tappo e conservate in dispensa per 1 mese.  

Una volta aperto conservate in frigo

METODO DI UTILIZZO:

1. sciroppo per guarnire per frutta fresca, gelato, panna cotta, crema, pancake, French toast

2. bibita fresca con acqua fredda, menta, limone a fette

3. 1 bicchiere di cocktail Ugo: 15cl (40%)di Prosecco, una spruzzata di soda, foglie di menta, 2cl (20%) di sciroppo di sambuco, fette di limone e ghiaccio

Conservare in barattolo

SCIROPPO DI SAMBUCO….E IL MIO CORSO PER APERITIVO!!!

Maggio 16, 2016
Sembra che questo sciroppo di Sambuco abbia aperto un mondo…
Quando andai a Tonfano da Filippo mi preparò questo aperitivo: prosecco, menta, ghiaccio, lime e sciroppo di sambuco.
Quando ci sedemmo Massy gli disse “per me una birra” ed io “per me….fai te!” e si presentò con questo bicchiere che bevendolo mi piacque un sacco, al che gli chiesi cosa c’aveva messo? e lui mi disse: sciroppo di sambuco con prosecco, menta e lime!!! Uahuuuuu era buonissimo!!!!!!!!!!
Nelle nostre passeggiate (io e mamma) un giorno cogliemmo questo fiore bianco bellissimo, mettendolo in casa il suo profumo era inebriante, poi un giorno la mamma mi disse “ma sai cos’è quel fiore che abbiamo colto?Sambuco” noooooooo da lì mi si è aperto un mondo!
Sfogliando Sale&Pepe ho letto la ricetta come potevo non farla?!?!!?
E’ semplicemente fantastico questo sciroppo da mettere ovunque.
L’ho portato da FlorenziCasa per il mio showcooking profumando la crema al semolino e le fragole, ma l’ho portato anche da I Medici per il corso “Preparando Finger-Food” dove Chiara e Matilde l’hanno usato per preparare il Cocktail Hugo (poi ho scoperto come si chiamava quel cocktail di Filippo) che abbiamo bevuto e offerto alle partecipanti dopo aver fatto i nostri finger-food!
Beh eravamo in 13 il giorno 13 di venerdì….ma tutto è andato benissimo!!!
Grazie ancora a tutte le partecipanti che ogni volta arrivate numerose, munite di grembiuli e tanta voglia di fare!!!
Ingredienti per 2lt di sciroppo:
4-5 limoni non trattati
10-12 fiori di sambuco
1,5lt di acqua
1,5kg di zucchero
180ml di aceto di mele
Procedimento:
Per prima cosa lavate e tagliate i limoni a fette, metteteli in una ciotola capiente, unite l’acqua, i fiori di sambuco lavati, premete tutto sul fondo in modo che si impregneranno dell’acqua e coprite con pellicola.
Mettete in frigo per 36 ore.
Una volta passato il tempo di posa filtrate in una pentola capiente il liquido con un colino, strizzando i fiori e le fette di limone, aggiungete lo zucchero e l’aceto e portate a ebollizione, continuando a cuocere 10 minuti dal bollore mescolando.
Spegnete e invasate, chiudete ermeticamente con tappo e conservate in frigo per 1 mese.
METODO DI UTILIZZO:
1. sciroppo per guarnire per frutta fresca, gelato, panna cotta, crema
2. bibita fresca con acqua fredda e succo di limone
3. cocktail con prosecco, menta e succo di lime

 

 

 

 

Ricette per bambini

ACQUA DISSETANTE AL SAMBUCO E FRAGOLE

Maggio 22, 2018

Alcuni giorni fa vennero a giocare con Elio le mie nipoti e quando vengono non posso che preparare ricettive sfiziose per loro.

La più grande, Gemma, adora lo sciroppo di sambuco, così per dissetarle dopo aver scorrazzato in su e in giù per casa e giardino, tra scivoli, altalene, intervallate da raccolta di fiorellini di campo, le ho dissetate con quest’acqua profumata.

Potete variare la frutta a seconda della stagione, ma sarà un drink favoloso.

La prima volta che lo feci assaggiare agli ospiti fu per il battesimo di Elio l’anno scorso, non riparavo a correr su e riempire caraffe.

Se aggiungete alcool tipo gin o martini diventa un aperitivo alcolico, se invece lo farete così sarà un ottimo aperitivo per i bimbi!

Anche loro amano fare i grandi no?!?!?!

Buona settimana amici cari…

Settimana impegnativa per me, come organizzazione, ma poi ve ne parlerò….tempo al tempo!

Dolci e lievitati, Ricette dal mondo

PANCAKE, FRAGOLE E SAMBUCO…MAI RESTARE SENZA!

Maggio 1, 2018

Buon 1′ maggio amici, io il giorno della festa dei lavoratori ho comprato 4kg di fragole e ho fatto la marmellata!!!

Ieri sono andata a fare la spesa e, mentre mi aggiravo per i corridoi del supermercato, mi sono accorta che 3 bambine di circa 6 anni mi guardavano e tra loro parlavano, mi guardavano e parlavano.

Giro un corridoio e le ritrovo sento “Eccola eccola, mamma ti prego diglielo dai” dicevano a sua mamma ahahha

Io non so cosa volevano dirmi forse volevano chiedermi se fossi “Biancaneve” non lo so non ho chiesto niente, nonostante fossi curiosa, perché non volevo imbarazzarle, ma forse ho sbagliato, se mi fossi avvicinata a loro, chissà forse ne sarebbero state felici.

Che situazioni, che ridere, i bambini mi fanno impazzire, mi guardano incantati, a volte, anche quando vado al mercato il sabato mattina, mi succede, e sento sempre più forte il desiderio di lavorare coi bambini.

Quando ero alle medie avevo un’insegnante di storia d’arte che la trovavo meravigliosa.

Mi ritrovavo incantata a guardarla, mentre camminava tra i banchi, era molto alta, capelli corti e indossava sempre abiti e gonne lunghe.

Era una donna molto carismatica con una grossa dose di personalità e questo lo trovavo fantastico!

Quindi capisco quando mia nipote mi idolatra, quando le bambine mi guardano incantate, solo perché esco dagli schemi, non sono una persona comune ahahah, sono comunemente folle !!!

Ingredienti:

125ml di latte

1 uovo

75g di farina

1 cucchiaio di zucchero a velo

1/2 cucchiaino di lievito per dolci

25ml di olio di girasole

Sciroppo di sambuco (in questo post) e fragole

Mettete tutti gli ingredienti insieme sbattendo con frusta, scaldate una padella, sciogliete una noce di burro e cuocete un ramaiolo di impasto alla volta da entrambi i lati

Impiattate e irrorate con sciroppo

 

Dolci e lievitati, Ricette dal mondo, Ricette per bambini

UN FRENCHTOAST DA “BAMBINE RIBELLI”…

Maggio 18, 2018

Adoro alla follia alzarmi presto al mattino e preparare colazioni alternative….e questa è veramente Top!!!!!

Avevo mia nipote a dormire due sere fa e, nonostante io sia riuscita a dormire 3 ore dalle h.4:00 alle h.7:00, perchè quando dormiva lei non dormire lui (Elio) quando dormiva lui non dormiva lei, insomma al mattino ho preparato la colazione e amo sempre sorprenderla con effetti speciali!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Andiamo in cucina e preparo il latte, tiro fuori due tipi di biscotti: macine e nascondini (non del Mulino Bianco ma de lacucinadiazzurra) poi le dico “io mi faccio due french toast te li vuoi?” e lui “mmmm no cosa sono?” io “Vedrai poi li assaggerai

Preparo le fragole (Eliolino me ne mangia mezze!) poi preparo il pancarrè col burr, verso sopra le fragole, poi lo sciroppo di sambuco (che Gemma adora) e infine lo zucchero a velo….e voilà….les jeux on fait!

Assaggia e la vedo muovere gli occhi, li chiude e dice “Mmmmm che buonooooo zia, ancora!”

Arriva sua mamma a prenderla e le dice “Mamma sai coso ho mangiato dalla zia a colazione?” lei “cosa?” Gemma “i French Toast!!!!” e sua mamma “i french toast? ma allora eri a Parigi!” ahhahahhha

Sorprendere i bambini con semplici cose a me fa impazzire, non sento la stanchezza, sono l’oro il mio ossigeno!

Preparate anche voi questa ricetta….poi mi ringrazierete!

 

La ricetta del Pancarrè la trovate in questo post 

La ricetta dello sciroppo di sambuco la trovi in questo post

Ingredienti:

2 fette a testa

burro

cannella se vi piace

zucchero a velo

fragole

sciroppo di sambuco o sciroppo d’acero

Procedimento:

  1. Sciogliete in padella una noce di burro e dorate il pan carrè da entrambi i lati
  2. Disponete le fette sul piatto, spolverizzate di zucchero a velo, disponete le fragole tagliate e irrorate di sciroppo

Ricette vegetariane, Secondi piatti

PEPERONATA… A MODO MIO!

Giugno 20, 2016
Che dire….una settimana a dir poco intensa…non ce l’ho proprio fatta a prender quel treno!
E’ stata una settimana intensa, tra Pitti a Firenze, mio marito sempre là, tornava a casa e stavamo fino all’1 a chiacchierare dei suoi incontri, delle sue foto, di nuove amicizie e nuovi appuntamenti…poi nel fine settimana i preparativi per il compleanno di mia sorella e la Notte Bianca!
Uahuuuu sempre tutto insieme si accavalla nella mia vita, ma sapevo che a breve sarei andata in ferie quindi via….la cucina in funzione senza stop, il riposo del guerriero arriverà a breve.
Sono stata incerta fino a Venerdì se organizzare un Cocktail Party nel mio negozio, appunto per la Notte Bianca, o prendere il treno per Milano con mio marito, ma alla fine questo senso di responsabilità che mi accompagna ormai da tutta la vita ha predominato. Ho iniziato ad invitare clienti, amici ed ho pensato di omaggiarli con sfiziosi finger food e il mio Cocktail Hugo, dico mio perché preparato con lo sciroppo di sambuco (QUI), colto e preparato dalle mie manine. E’ stata veramente una serata splendida, tante persone sono passate a fare un brindisi, abbiamo chiacchierato, riso, brindato e ciaccolato dalle 21:00 alle 1:00, quelle serate che non vorresti finissero mai, nonostante le tue gambe urlino “Lettoooooo”. Il pomeriggio sono stata a casa a preparare il super cheescake per il 40esimo di mia sorella che si sarebbe svolto il giorno seguente, una torta salata (svuotafrigo:le ricette migliori) e una crostata alternativa alle fragole, queste erano le mie incombenze per la festa: a ognuno il suo!
Così la mia domenica si è svolta praticamente tutta a casa di mia sorella, abbiamo pranzato, ci siamo alzati da tavola alle 15:30, a quell’ora abbiamo mangiato le torte!!! Come facevo a prendere un treno per Milano??? Non avevo né la testa né la voglia di correre in su e in giù, tra una sfilata e l’altra ho preferito coccolarmi le nipoti!!!
Poi ci siamo rilassati un po’ e giocato tutto il pomeriggio con le bimbe, visto che la Gemma ora partirà per il mare per un po’ non la vedrò…sigh sigh sigh già mi manca!!!!
Alle 21:00 siamo tornati a casa, Massy era a Milano già dal sabato, così non ho cenato, mi son messa a rimettere apposto la cucina, visto che sembrava fosse scoppiata la 4° guerra mondiale, ho iniziato a scrivere questo post, fino a quando un cinguettio assordante non ha interrotto il silenzio!
3 civette sul comò che facevano l’amore….ahahahah, ho due civette sul tetto, oh mio Dio!!! Fanno dei rumori impressionanti, menomale non ho la camera in cucina non potrei dormire!!!
Portano fortuna o sfortuna???
Mi son messa a leggere su internet, dicono che al meridione “mamma mia le civette portano sfortuna”, ma là scaramantici come sono, sono poche le cose simboleggianti la fortuna; mentre secondo la leggenda greca per la Dea Atena la civetta è simbolo di sapienza e protezione. Un rapace che riesce a vedere nell’oscurità della notte, quindi splendida metafora della conoscenza e della sapienza che vincono le tenebre dell’ignoranza.Per i greci è un simbolo portafortuna, rappresentata per questo anche sulla moneta greca.Il gufo invece è visto come uccello del malaugurio, la civetta, invece,  è vista come protettrice contro il malocchio!!! Stateci civette quanto volete allora….ahahahhaahaah
Vi auguro una felice settimana con questa peperonata a modo mio!
Ingredienti:
20-30 friggitelli
1 cipolla di Tropea
3 carote
3 patate
finocchietto selvatico
olio evo
sale e pepe q.b.
peperoncino
1 barattolo di pomodori in pezzi (fatti da voi e conservati quest’inverno) oppure se non li avete usate 2 pomodori freschi maturi
Procedimento:
  1. Se avete l’Wok (se non l’avete usate un tegame aumentando di un cucchiaio l’olio) mettete un filo d’olio e la cipolla tagliata a fettine sottili sottili, aggiungete acqua calda poco per volta lasciando sudare la cipolla, a fuoco basso, dovrà diventare trasparente. A questo punto aggiungete le verdure tagliate a pezzetti, aggiungete ancora acqua, il sale e cuocete per 20-25 minuti circa. Unite a metà cottura il finocchietto a pezzettini e il peperoncino.
  2. Una volta che le verdure saranno tenere spengete e servite.
  3. Se non lo servite subito potrete mettere la vostra peperonata in vaschette di alluminio, coprire e surgelare; oppure mettere in frigo andrà avanti 2 giorni.
  4. E’ ottima anche come piatto unico messa sul pane tostato.
Bon appètit!

 

 

Dolci e lievitati, Ricette per bambini

I NOSTRI PANCAKE DELLA DOMENICA…

Luglio 6, 2018

Le nostre domeniche speciali sono fatte di Casa, Cucina e Giochi!

Queste sì che sono Domeniche!

Ingredienti per 3 persone:

75g di farina 0

1/2 cucchiaino di lievito

125ml di latte intero

25ml di olio di semi di girasole

1 uovo

1 cucchiaino di zucchero a velo

Procedimento:

  1. Rompete l’uovo e unite il latte, frullando con frusta a mano
  2. Unite gli altri ingredienti e lasciate riposare 5 minuti
  3. Scaldate una padella antiaderente
  4. Versate una noce di burro e un pochino di impasto
  5. Cuocete I pancakes da entrambi i lati e servite irrorati con sciroppo d’acero o di sambuco