Secondi piatti

MARE E MONTI:LA POLENTA E IL POLPO !

ottobre 26, 2017

Il mio piatto Mare e Monti per….Cirio!

Due sabati fa andai al mercato a far  provviste per la settimana e, al banco del pesce, dove vado di solito, c’era il signore di sempre ma insieme a lui  un uomo più giovane.

Ci mettemmo a chiacchierare e parlando mi ha dato un sacco di nozioni utili su come cucinare il pesce.

Ogni volta che passo da un banco di pesce mi attrae il polpo non so perché…ma mi attrae per la sua forma, per la sua eleganza, così non potei resistere dall’acquisto intenzionata  questa volta a cucinarlo col pomodoro.

Nei tentacoli, spesso parte che viene eliminata dopo la cottura, ci sono tutte le proprietà tra cui il potassio, i sali minerali, per cui, perché toglierli…d’ora in poi vorrò sempre cercare una cottura per lasciare quella parte fondamentale del pesce.

Mentre cuocevo il mio polpo mi è venuto in mente di avere un sacchetto in dispensa di farina di granturco, niente di diverso dalla farina di mais che generalmente si usa per fare la polente, quindi perché no, decisi di abbinare il mare coi monti!

Posso assicurarvi che è un abbinamento speciale, per il palato, la ruvidezza della polenta si sposa alla perfezione con il polpo tenero, soprattutto se userete questi pomodorini Cirio che io trovo sensazionali.

Ingredienti per la polenta:

600g di polenta farina di mais

250ml di

1 cucchiaio di sale grosso

olio evo

Ingredienti per il polpo:

1 barattolo di pomodorini Cirio

1 polpo

1 bel mazzetto di prezzemolo fresco

olio

1 spicchio d’aglio

2 barattoli di acqua

Procedimento:

  1. Per prima cosa preparate il polpo: prendete un tagliere ed un coltello affilato e tagliatelo in tocchetti di 2cm circa
  2. Sminuzzate aglio e prezzemolo con una mezzaluna e mettetelo in un tegame capiente con un filo d’olio evo, soffriggendo alcuni minuti
  3. Aggiungete al trito il polpo rosolandolo alcuni minuti
  4. Unite i pomodorini e cuocete 5 minuti
  5. Aggiungete l’acqua io ho usato il brattolo di Cirio vuoto in modo da utilizzare anche la minima goccia di pomodoro
  6. Cuocete per 1 ora senza coperchio….il profumo inebrierà la vostra cucina
  7. Ora pensiamo alla polenta
  8. Portate a bollore l’acqua col sale, pochi secondi prima che bolla versate la farina di mais girando energicamente con frusta in questo modo eviterete la formazione di grumi
  9. Tenete a portata di mano acqua bollente in modo che, se la polenta si addensa troppo l’allungherete con essa
  10. Mescolate spesso con un cucchiaio di legno per circa 45 minuti. La cottura perfette la troverete nel momento in cui la polenta inizierà a staccarsi dai bordi della pentola facendo una crosticina
  11. Versatela su un tagliere di legno o servitela nei piatti, a voi la scelta
  12. Disponete sopra il vostro polpo che sarà arrivato a cottura a puntino
  13. Non vi resta che tuffarvici sopra

Bon appètit!

 

 

Forse ti piacerà anche

2 Commenti

  • Reply edvige ottobre 26, 2017 at 4:00 pm

    Ottimo si usa la polenta qui a Trieste con glio involtini di carne che le nostre nonne chiamavano “usei scampai” ovvero uccelli scappati….. Polenta e trippe oppure polenta e calamari o seppie ma con il polpo mai gustato. Il polpo noi lo mangiamo con le patate lesse tiepido tipo insalatina. Prendo nota di questo bel piatto il polpo lo voglio provare. Grazie dela condivisione e buona serata.

    • Reply azzurra ottobre 26, 2017 at 9:30 pm

      grazie mille cara, provala e fammi sapere mi raccomando!!!un abbraccio

    Lascia una risposta