lunedì 6 giugno 2016

FROLLA MONTATA E IL NOSTRO SUPER WEEK-END LUNGO….



Io amo la mia Toscana…

Che dire ho passato questo lungo week end del 1'giugno all'insegna della scoperta di posticini inesplorati ai miei occhi prima di oggi.
Massy aveva le ferie questo fine settimana così abbiamo deciso, viste le previsioni meteo sempre bruttine ultimamente, di improvvisare giorno giorno le nostra gite fuori porta. I primi due giorni ci siamo trastullati godendoci il nostro tempo senza orologio al polso, poi mi è venuto in mente che a Livorno non c'ero mai stata, così ho guardato un po' su internet per trovare un ristorantino buono dove mangiare il Cacciucco…. "vai a Livorno devi mangiare un cacciucchino Dè?!?!?!" così siamo partiti…
Arrivati là il tempo era sempre nuvolosetto, abbiamo cercato il ristorante "Da Galileo" sperando di trovarlo aperto e che ci fosse posto, visto che non avevamo prenotato niente ma…la fortuna c'ha baciati!
Ho mangiato il più buon cacciucco mai assaggiato prima, una porzione anche troppo abbondante che ho poi ho diviso un po' con Massy, ma mi sento vivamente di consigliarvi di andarci se passate da Livorno, perché è un localino speciale. Dopodichè con le pance strapiene abbiamo fatto una bella passeggiata arrivando fino alla Livorno Vecchia chiamata Venezia per i suoi canali che ne ricordano il paesaggio e c'è venuta una voglia matta di salire su uno di quei battelli che ne percorrono tutto il fiume illustrandoci la storia dalla fortezza vecchia fino a quella nuova. Anche qui la fortuna c'ha baciati, perché lungo il percorso è arrivato a riscaldarci anche il sole tanto atteso.
Vicino a Livorno si trova Pisa, le coincidenze a volte ci fanno innamorare della vita…. Alcuni mesi fa tornando da Milano, di fronte a noi stavano sedute una ragazza di Pisa e una sua collega, sapete quando sentite subito di avere delle affinità con persone mai viste prima? Avete mai provato questa sensazione? A me a volte capita e, ogni volta, il mio fiuto non sbaglia. L'ultima mezz'ora del tragitto in treno iniziamo a conoscerci, il suo accento spiccato, un po' pisano-livornese mi fa subito sorridere, adoro l'accento livornese starei ad ore in silenzio ad ascoltarlo, così parlando viene fuori il mio blog e anche lei mi dice di averne uno, ma la sua grande passione è la birra. Non nel senso che ama la birra, ma nel senso che ama produrla insieme ad alcuni suoi amici. Da all'ora siamo rimaste in contatto e alcuni giorni fa mi aveva scritto per invitarmi all'inaugurazione del suo birrificio a Pisa…quando le passioni diventano un lavoro?!?!?
Beh ve l'avevo detto che c'erano molte affinità fra di noi!!
Insomma per farvela breve siamo andati a Pisa a trovarla e siamo rimasti lì chiacchierando, scherzando fino alle 22:00, degustando le loro birre a dir poco favolose. Quindi se andate a Pisa fermatevi anche a "La Staffetta" anche voi vi innamorerete di Martina e delle sue birre aromatiche…
Sabato invece siamo stati a Firenze al Museo "Arte&Moda" di Ferragamo, un tripudio di opere d'arte, dove la storia della moda spazia tra gli stili di artisti che hanno rappresentato l'ultimo secolo, chiaramente Massy era nel suo mondo, ve lo immaginate? Mi parlava di tutti quei nomi come se li conoscesse da una vita, guardava gli abiti e diceva questo è un…prima ancora di leggere chi lo avesse disegnato lui lo sapeva già…è la mia Enciclopedia parlante!!!
Dopo aver visitato tanto splendore abbiamo fatto un piccolo aperitivo per poi cenare da "I Gargani" una trattoria storica fiorentina di cui mi ero segnata il nome sentendone parlare da Paolini al Gastronauta e chiaramente abbiamo cenato da Dio!!! 
La domenica abbiamo fatto colazione, ogni giorno coi miei estratti golosi, pane fatto in casa e marmellatine, poi siamo corsi a Firenze a cogliere una super occasione: un obiettivo a prezzo ribassato per la macchina fotografica di Massy abbiamo ripreso la macchina e via verso i "Vicoli di Primavera" un evento che si svolge due volte l'anno a Massa e Cozzile, un paesino, ahimè, dimenticato, ma fortunatamente rivalorizzato grazie a questi eventi. Nella bottega del paese abbandonata ormai da anni i F.lli Lunardi preparano panini, schiacciate, pappa al pomodoro abbinando il tutto ad un vino ottimo ridando vita almeno in quei due giorni a quelle 4 mura sfitte. Il dramma dei paesini di oggi giorno, svuotati dai beni primari causa leggi severe che impossibilitano gli esercizi a star in vita, quante volte ripeto queste cose? Odio questo lato dell'Italia perché è un vero sfregio al potenziale che abbiamo noi italiani!
In giro per il paese, un paesino tutto in pietra fatto di ripide salite si arroccano  banchini di piccoli artigiani, variando da chi fa collanine in legno decorate, a opere in ferro come corone da regina, cuori, centritavola, portacandele, a chi vende piattini, vasi, posate di un vintage inglese molto ricercato (Enjoy Coffee and more) insomma vie ricche di arte vera e propria.Ho conosciuto una ragazza di Roma che ha inventato un ciondolo per collanine fatto con le lampadine delle auto (Mademoiselle des Reves) tutto materiale di riciclo che può crearti anche la tua personalizzata collanina, già sto pensando alla mia per "lacucinadiazzurra" in questi giorni le scriverà perché l'idea mi affascina!!!
Abbiamo fatto merenda con una schiacciata e mortadella del Lunardi per poi finire con una deliziosa pappa al pomodoro sempre fatta da loro…semplicemente Pazzesca!!!! Cuore di zia ha scovato anche due ragazze che fanno vestitini per bambini con stampe fatte a mano(Minì&Made)….potevo non comprare qualcosa alle mie nipotine?!?!? 
Mi sono prolungata nel mio racconto ma c'erano troppe cose che non potevo tralasciare di questo week end…come dice sempre il Meoni….
"Alla fine quando siamo insieme riusciamo sempre a passare delle splendide giornate!"
Sono una Donna Fortunata lo so!!!!!!!!

Parliamo di questi biscottini semplicemente divino…la frolla montata…avete mai provato a farla? Ecco qua la ricetta...
Ingredienti:
250g di burro temperatura ambiente
375g di farina 00
150g di zucchero velo
2 uova+1 tuorlo
1 pizzico di sale
la scorza di un limone grattugiata
1 pizzico di estratto di vaniglia

Procedimento:
In Planetaria o con fruste montate il burro con lo zucchero a velo per almeno 10 minuti, dovrete ottenere una massa spumosa e omogenea.
Aggiungete, uno alla volta, le uova, il sale, continuando a montare. 
A questo punto setacciate la farina, unitela un po' alla volta e amalgamate il tutto aiutandovi con una spatola, dal basso verso l'alto.
Mettete il composto in sac a poche con beccuccio rigato e formate i vostri biscotti disponendoli su una teglia rivestita di carta forno 
(con questa quantità ne otterrete circa 2 teglie). 
Lasciate le teglie in frigo almeno per 1 ora.
A questo punto infornate a 180°C per 10-15 minuti in forno ventilato se li cuocerete insieme.
Sono deliziosi a colazione, ma anche con un buon tè delle 17:00!!!
Bon appètit!







Nessun commento:

Posta un commento