venerdì 23 settembre 2016

CALENDARIO AUTUNNO CORSI DI CUCINA...


Siamo un fiume in piena (io e Alessia) chi ci ferma più....beh ottimiziano ora poi chissà, hahaha una concentrazioni di corsi da Mokki per il prossimo autunno, ieri c'è stato il primo appuntamento con 
"Confetture, salse, mostarde e sciroppi" le ragazze hanno preparato tutte e 6 le ricette, chiaramente molte spiegazioni perchè poi le confetture si cuociono da sole, ma ho svelato un pò di segreti, cose da fare e da non fare insomma il meraviglioso mondo delle marmellate:
#conservarelestateperlinverno!!!
Queste le date dei nuovi corsi:
il 1° il 13 Ottobre è stato introdotto ieri sera: "Merende e Colazioni:idee sane per i grandi e per i piccini..."faremo dal muesley fatto in casa ai dolci, a idee anglosassoni veloci, vediamo lo sapete sono un vulcano di idee...
Il 2° il 20 Ottobre "Pasta fresca e gnocchi"...segreti e varianti dagli gnocchi alla pasta fresca con abbinamento sughi che poi ci mangeremo a fine corso
Il 3° il 10 Novembre"Idee Natalizie" l'idea sarebbe fare biscottini, caramelle,sali aromatizzati, ma anche antipasti e finger food per il pranzo o cena di Natale"
Son tutti corsi dove non importa portare il grembiule, ma una cosa essenziale si:
TANTA VOGLIA DI FARE!!!
Potrete prenotare da Mokki (Viale Adua 69, angolo via Spartitoio 
tel.0573 1935744) oppure contattate me su FB o email
azzurra.mantellassi@gmail.com

giovedì 22 settembre 2016

LA VENDEMMIA...



Mentre metabolizzo il tutto la mia mente frulla come un frullatore ad immersione, alla massima velocità ed è lì in quel preciso momento che esplodo in un pianto ininterrotto, un pianto quasi liberatorio, perché ora in questo istante metabolizzo il tutto....

C'avete mai pensato? Quando piove a dirotto sembra il mondo voglia esplodere, sembra che lassù qualcuno sia talmente incacchiato da rovesciarci addosso tutta la sua collera, ma....quando la pioggia smette e fa capolino il sole senti dentro di te quasi come una carezza: è tornata la pace!

Questo vuol dir per me piangere non lo faccio spesso ultimamente, anche se nell'invecchiare sto diventando più di lacrima facile, ma quando mi sento agitata, preoccupata, quando ho ansie ballerine che vogliono togliermi il sonno...ecco che lì un bel pianto ci sta da dieci ed è subito dopo quel pianto che sento come se accarezzassi il mio cuore, confortandolo!

La vita è sempre una sorpresa, in ogni lato si veda, è sempre una sorpresa e spesso mi dico perché ci logoriamo il fegato coi pensieri, le paure, le corse, le arrabbiature se poi è davvero un disegno già scritto?
Mi fa strano scrivere ciò che vi sto dicendo, ma secondo me è così, non saprei darmi altra spiegazione a ciò che mi è successo in questi 5 anni, spesso non ho fatto niente, ho solo cucinato e scritto e le occasioni sono arrivate da sole, le persone sono arrivate da sole, le emozioni sono arrivate da sole, senza che io facessi qualcosa per cercare tutto ciò.
Scrivo...perchè questo mi piace fare, scrivere da sempre, ho sempre avuto un diario, l'ho altalenato, ma ogni occasione è buona per avere un quaderno in borsa, dove scrivere frasi estrapolate nell'aria, dove appuntare ricette, dove mettere nero su bianco ciò che siamo...lì e qui è la mia vita appare, un po' come in una fiaba!

Ieri i miei zii vendemmiavano, i miei sono tornati così ho detto a mio padre "Vai a vendemmiare oggi?" e lui "si" ed io "vengo anch'io mi aspetti?" così mi son messa un pantaloncino e una t-shirt e, munita di forbici da potatura, ci siamo incamminati per i campi...
E' lì, strada facendo, che mi è venuto in mente di fare un video, ormai non mi muovo più senza il mio i-phone, così ho ripreso tutto dall'inizio alla fine, al momento più bello in assoluto: la pigiatura!
Sono tornata bambina, ridevo come una pazza, cavoli sprofondavo dentro a tutto quel succo, è stato una sensazione pazzesca...se vi capita fatelo anche voi, che ve ne frega se vi sporcate, la gioia che proverete vi ripagherà di tutto.
Quando ho finito io ho visto arrivare le mie nipotine, e via anche la Gemma si è catapultata nel tino, sono un po' principessine non amano molto "imbrattarsi" ma almeno una delle due l'ho convinta!!!Ahahahahh
Godetevi questo filmato, da ora ho un canale su YouTube, non ci capisco un gran che ma piano piano ci riuscirò....non temete....volere è potere!
Tra poco vado a Pistoia stasera ci sarà il primo corso della stagione da Mokki, inizia l'autunno come potevo non iniziare se non con un corso sulle marmellate?!?!?!??! 
Poi vedrete le foto intanto godetevi la mia folle folliaaaaa!!!!

venerdì 16 settembre 2016

UN GIORNO SPECIALE...

16 settembre 2016
" Aspetto il mare, lo aspetto a riva
Aspetto il tuffo di un'onda viva
Aspetto il sole sopra una foglia
Aspetto un fiore sulla mia soglia
Aspetto giochi, aspetto musi
Aspetto un bacio ad occhi chiusi
Aspetto incanti ad occhi aperti
Aspetto te, che li hai scoperti. " 
Sabrina Giarratana

Beh amici miei che dire non posso che rivelarvi la mia immensa felicità!
E' da ieri, 15 settembre, che rido, rido guidando in macchina, rido alle persone, rido alla vita, perché la vita è veramente una trovata meravigliosa!!!
Vi ho detto spesso che il mio blog mi ha salvato la vita, è sì, perché è grazie alla cucina che sono rinata ed è grazie a voi se ho ritrovato il sorriso, grazie al vostro sostegno, grazie alle vostre parole, grazie alla vostra continua presenza, che mi avete fatto sentire tutto l'amore che la vita ci può riservare.
Questo blog ha teso dei fili, fili infiniti come sono diventate le nostre amicizie, fili che si sono incrociati con persone speciali, fatte di vite e cuori speciali, fili stretti a doppio nodo e, in ogni attimo in cui nella mia vita arrivano novità è come se intercettaste nell'aria movimenti strani, è come se aveste amplificato il senso della premonizione e mi scrivete in momenti particolari, momenti in cui magari non posso dire molto, ma questa vostra presenza per me è tutto, questa è per me l'amicizia: Esserci e sentirsi!

Niente succede per caso e ne sono sempre più convinta!
Sì questa pioggia di oggi porterà via tutto il dolore passato, resterà parte di una mia vita precedente da oggi inizia una vita nuova per me, per noi…
Dove mi porterà? Non lo so ci saranno scalini da salire, montagne da scalare, vette da raggiungere, noi siamo pronti per volare su vette più alte!

Vivere per emozionarsi, questo dovrebbe significare vivere, mettersi in gioco, provare la paura, le farfalle nello stomaco, ascoltare ciò che gli altri hanno da dire per esplodere in pianti di gioia, spaventarsi, provare la vera felicità, quella felicità pura che nasce in un secondo, al solo emettere QUELLA FRASE…

Grazie e ancora grazie per questo giorno reso ANCORA più speciale!

martedì 13 settembre 2016

POMODORI SECCHI...SOTTOLIO!!!






Sarò breve visto che in molti stanno aspettando la ricetta dei pomodori secchi...quindi oggi vi parlerò poco di me e molto di loro!!!

Come al solito in questo periodo spesso amo #conservarelestateperlinverno come dico spesso io, quindi, quale periodo migliore di questo per comprare un sacchettone di pomodori secchi al mercato per metterli sottolio?!?
Sabato ho chiuso il mio negozio per pausa pranzo e, passando dalla piazza, mi sono accorta che vicino a me c'era il banco del ragazzo dove spesso compro i pomodori secchi, (Rosario) mio marito li adora e ogni volta che lo lascio solo a casa una delle sue ricette prevede sempre i pomodori secchi sottolio, la cosa più semplice del mondo!
Pubblicando la foto su Instagram molti mi hanno chiesto la ricetta, ma non ce l'ho fatta a pubblicarla prima, visto che sabato e domenica ero a casa, ne ho fatte mille e la connessione li è pessima per non parlare del computer che ormai mi sta abbandonando; ieri sono stata a Milano tutto il giorno per cui fino ad oggi non ce l'ho fatta! 
Ma....eccomi pubblico adesso la ricetta voi correte a comprare i pomodori secchi!!!!
Ingredienti:
400g di pomodori secchi
3 spicchi d'aglio
6 foglie di alloro 
olio d'oliva
acqua

Procedimento:
Stendete una tovaglia pulita su un tavolo e li farete asciugare i vostri pomodori.
Per prima cosa portate a bollore l'acqua saranno circa 1lt e mezzo, io non metto una pentola gigante li sbollento in più riprese mettendone un pò alla volta.
Buttate i pomodori e appena ribolle toglieteli circa 1 minuto e mezzo dopo il bollore, non devono ammollarsi troppo, saranno buoni se resteranno durini.
Scolateli e distribuiteli sulla tovaglia, distanti tra di loro. Fate così per tutta la quantità poi li lascerete asciugare un giorno intero.
Il segreto per non farli ammuffire è metterli nell'olio solo quando saranno perfettamente asciutti: in cucina non ci vuol fretta ve  lo ripeto sempre no?!!?
Meglio aspettare mezza giornata in più se non siete sicuri.
Intanto sterilizzate i barattoli, in abbondante acqua poi li lascerete asciugare e li utilizzerete solo quando saranno perfettamente asciutti.
Quando tutto sarà pronto prendete uno spicchio d'aglio e mettetelo sul fondo del barattolo, unite un pò di pomodori, sui lati del barattolo posizionate 2 belle foglie di alloro fresco, riempite di pomodori pressandoli un pò e coprite con olio.
Sbattete più volte il barattolo prima di chiuderlo in modo da far fuoriuscire l'aria e, se servirà, riabboccate di olio.
E' fondamentale che le verdure siano sempre sotto il livello dell'olio, questo eviterà ai batteri di poter entrare evitando in questo modo il formarsi di muffe antipatiche!!!

Se volete saperne di più iscrivetevi al mio corso da Mokki "Confetture, mostarde e salse: tutto ciò che c'è da sapere per confetture perfette" il 22 settembre dalle 19:30 alle 22:00.
Buona serata mondo!

sabato 10 settembre 2016

PASTA MADRE....UN NOME UNA GARANZIA A SAN REMO!!!



Come vi avevo anticipato in alcuni post passati a San Remo nei nostri giretti in bicicletta abbiamo scovato questa panetteria strepitosa dove dovrete assolutamente andare se passate da quelle parti!
Fatevi guidare dai vostri occhi, quando sentirete una teglia che vi chiama prendetene un pezzo, ma...preparatevi non sarà la sola ad incuriosirvi, tutto è divino, io non avevo mai sentito una "sardinara" buona così e sono 38 anni che vado in Liguria!
La torta verde è stripitosa, la focaccia alla genovese, la focaccia di Recco...oddio mi viene l'acquolina in bocca solo a pensarci!!!
La freschezza degli ingredienti e l'abbondanza in cui vengono distribuiti denotano la differenza, per cui segnatevi questo posticino sull'agenda e appena passerete da San Remo, che ne so per farvi un bagno, per fare shopping nelle meravigliose vie del centro o addirittura per farvi una puntatina al Cosinò...cercate questo posticino delizioso...sono certa mi ringrazierete!
Consiglio di.... LaCucinadiAzzurra!

giovedì 8 settembre 2016

FOCACCIA DI PANE PUGLIESE...


Inviti dell'ultimo minuto???
LacucinadiAzzurra può aiutarvi, non per nulla sono un superEroe!!!
Ahahahahah….

Questa focaccia di pane è molto veloce ed ottimo il risultato, io la rifaccio ogni volta che ho del pane avanzato del giorno prima o addirittura di due giorni prima, sapete che non amo buttare via il cibo, quindi questa insieme alla Pappa al Pomodoro ormai sono diventati i miei MUST!
Nel post precedente vi avevo promesso avrei pubblicato questa ricetta, per cui, dopo le richieste avute su FB eccola qua, tutta per voi, non vi resterà altro che provarla!
Stamani mi sono alzata alle 7:30, mio marito al suonar della sveglia mi ha detto  "Ma dove vai?stai ancora a letto" io "no no devo andare nell'orto a vedere cosa ci regala stamani" così mi son messa i miei pantaloncini, perchè nei campi ci vogliono sempre le tasche nei pantaloni, visto che il raccolto potrebbe essere troppo e tutto non ci sta nel cestino, oppure per metterci il telefono, non ci fosse mai qualcosa di interessante da fotografare, insomma ho agguantato il cestino e sono corsa giù...
Arrivata nel vialetto delle more due gattini mi stavano apettando "Oh voi...che ci fate qui?mi aspettavate?" mi hanno guardata incuriositi e miagolando si sono allontanati, ma, mentre coglievo le more, ho sentito una codina sfregarsi alla mia gamba...mmm avevano voglia di coccole!
Gandhi ci stava osservando dal terrazzo quasi a pensare "Mica vorrà portarli su quegli estranei è?!?!?" così li ho lasciati lì giocherellando tra di loro in tutto quel verde a loro disposizione. Il mio raccolto è stato molto prolifero, le melanzane numerose fino a sorprendermi, le more continuano a proliferare come anche i pomodorini cieliegia..mmmm che delizia!
Tanta è stata la mia felicità da voler fare subito un video in diretta dalla mia cucina con cestino di raccolta proficuo!
Sto continuando a fare esperimenti per il primo corso che ci sarà il 22 settembre da Mokki, quello sulle marmellate, confetture, mostarde, chi più ne ha più ne metta....yeah!! Non vedo l'ora di cucinare un pò con voi!!!
Buona giornata ragazzi miei, vorrei tanto riuscire a capirci qualcosa con Youtube, per iniziare a fare dei video nella mia cucina, ma non ci capisco una mazza!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Più che altro è il montaggio che mi preoccupa!
Se qualcuno di voi di là dallo schermo sa aiutarmi,  ben accetti tutti i vostri consigli!!!
Sapete ormai che la mia folle mente ne partorisce una al giorno, mio Dio ma chi mi ferma!!!!
Oggi è stata una splendida giornata come questo numero 8, per lo yoga è il numero del "doppio infinito" ed è davvero stata una giornata indimenticabile…un giorno ve ne parlerò!
Ingredienti:
pane raffermo 10 fette 
acqua per ammollo
pomodori ciliegini in abbondanza
origano
qualche foglia di basilico
olio e sale

Procedimento:
Per prima cosa dovrete mettere in ammollo per 15-20 minuti le fette di pane; dopodiché strizzatelo bene con le mani.
Ungete una teglia con olio e mettete il pane bello stretto, non dovranno restare spazi. Pareggiatelo con le mani e disponete i pomodorini tagliandoli a metà.
Irrorate con olio, sale, origano.
Le foglie di basilico mettetele 5 minuti prima di spegnere il forno.
Cuocete a 180°C per 30-40 minuti finchè non diverrà bello scricchiolino, senza bruciarlo però.
Una volta cotto lasciatelo raffreddare.
Infine tagliatelo a fette disponendole su un tagliere se volete, io ho usato questo bello lo troverete da Florenzi Casa.
Bon appètit!



mercoledì 7 settembre 2016

SPAGHETTI DI ZUCCHINE...L'UTENSILE DEL QUALE NON POTRETE PIU' FARE A MENO!!!



Quest'estate un sabato sera invitai a cena una coppia di amici storici, sapete quelle serate speciali, in cui parli parli parli senza mai guardare l'orologio?
Ecco  quel sabato mattina mi sveglia col desiderio di passare una serata così! Invia un messaggio alla mia amica Gianna, mi rispose subito che erano liberi da impegni e sarebbero venuti molto volentieri.
Chiaramente avevo detto a mio marito "Facciamo prosciutto e melone e qualcosina veloce" ahahaah, neanche lui ci ha creduto!!!
Erano i giorni che il mio orto proliferava di verdura, così feci un vassoio di pomodoro, mozzarella e basilico fresco. Affettai il melone che avevo preso dalla signora della Coldiretti, un melone favoloso di un sapore unico.
Avevo fatto gli gnocchi viola il venerdi sera e me ne erano avanzati proprio un vassoino, giusto giusto per questa serata e li servii con burro e salvia.
Mi sembrava sempre poco, così presi un pò di pane vecchio (del giorno prima) e lo ammollai nell'acqua facendo una bella schiacciata di pane alla pugliese, nel prossimo post vi scrivo la ricetta.
Mi sembrava sempre poco, così avendo un esubero di zucchine trombetta provai questo attrezzino fighissimo preso da Mokki e del quale non posso più fare a meno!!!Basterà mettere nella fessura più piccola la zucchina, girare come se appuntassi una matita e vi usciranno come per magia... gli spaghetti di zucchine!!!
Li disposi nel mio ciotolino con la rana che adoro alla follia (il verde della rana si sposava alla perfezione con le zucchine) e mi lasciai guidare dal palato aggiungendo sale, olio, limone e senape. Li assaggiai, mancava sempre qualcosina....e fu allora che mi vennero in mente le lamelle di mandorle, così, le tostai un attimo e terminai la composizione. E' stato uno dei piatti più apprezzati di quella sera e di ogni volta che poi l'ho riproposto!!

Ingredienti:
2 zucchine verdi trombetta (qualità ligure)
1 cucchiaino di senape di Dijone
1 spicchio grossino di limone spremuto
olio di oliva evo
lamelle di mandorle tostate
sale e pepe 
Procedimento:
Tagliate via l'estremità, inserite lo zucchino nel buco più piccolo dell'utensile e inizia ad appuntare, girate girate fino in fondo otterrete una punta tipo lapis; chiaramente non la butterete ma potrete grattugiarla e unirla agli spaghetti. 
A questo punto farcite con condimenti e servitela subito.
Il limone non omettetelo servirà a rendere il verde delle zucchine brillante senza farlo annerire a contatto dell'aria.
Bon appètit!